copertine
smartphone http://www.ristorantidellamodernita.it/sfogliabili/vol02/index.html
Home | I volumi | Giorgione

Déjeuner sur l'herbe con Giorgione

Questo volume prosegue, dopo quello dedicato ad Andrea Palladio, il progetto editoriale che FriulAdria ha condiviso con il professor Giuseppe Barbieri, direttore del Dipartimento di Storia delle arti e Conservazione dei beni artistici “Giuseppe Mazzariol” dell’Università Ca’ Foscari di Venezia: raccontare efficacemente i modi in cui quattro artisti, tra i più grandi del nostro Rinascimento, hanno inventato, in senso moderno, altrettanti spazi della vita di ogni giorno.

Il secondo volume precede di poche settimane l’avvio delle celebrazioni per il quinto centenario della morte di Giorgione, che Vasari significativamente affianca a Leonardo nell’inaugurare l’arte “moderna” italiana: a questo meritato riconoscimento il pittore di Castelfranco giunse trasformando la precedente raffigurazione degli sfondi dei dipinti, simbolica e religiosa, nella sintesi efficace di un’attiva esperienza visiva; e trasformando proprio per questo il ruolo dello spettatore di un’opera d’arte.

Nei prossimi anni vedremo come Tiziano e Paolo Veronese hanno fissato nuovi standard per la rappresentazione della camera da letto e della sala da pranzo. A questi scenari di anticipata modernità affianchiamo un modo nuovo, anch’esso moderno, di raffigurare i segni della nostra civiltà gastronomica.

Anche questo volume contiene, come il precedente, dei “progetti gastronomici” appositamente realizzati da grandi chef: non semplici ricette ma le molte immagini di un processo che è prima di tutto mentale, e lega insieme memorie, esperienze, percorsi. Da tutto ciò scaturiscono cinque piatti che riprendono, anche nelle preparazioni, i colori, le materie e le forme del paesaggio.

Siamo fiduciosi che la positiva scoperta dello scorso anno esca confermata e rafforzata. Per sottolineare il registro culturale che spetta al ruolo e all’attività di un cuoco, la terza parte del volume ci invita a riflettere sul nesso tradizione/traduzione: antiche ricette declinate in un moderno orizzonte di gusto. Anche quello della cucina è un linguaggio, che si evolve incessantemente, per trasformazioni e riprese. Puntando sempre a migliorare la complessiva qua lità della nostra vita.